Piano Triennale 2015-2018.

Entro il prossimo novembre, il Consortium GARR intende predisporre un piano di attività e investimenti per il triennio 2015-2018.

Il GARR è organizzato in due divisioni:

  • divisione Reti: che si occupa della rete e dei suoi servizi
  • divisione Calcolo e Storage Distibruito: che si occupa di infrastruttura e servizi cloud

Il piano dovrà tenere conto delle esigenze degli utenti dei servizi del GARR e in particolare dei requisiti derivanti dallo svolgimento di progetti di ricerca quali quelli che verranno sottomessi ad Horizon 2020. È presumibile che le quantità di dati e le capacità di elaborazione richieste dalla comunità scientifica italiana possano crescere di oltre un ordine di grandezza nel trienno in questione. Per questo motivo apriamo questa consultazione tra tutte le persone coinvolte, in particolare nelle università.

Le idee raccolte verranno riassunte e illustrate nelle riunione dei delegati GARR della CRUI, il 18 settembre, presso la sede della CRUI, a Roma.

Invitiamo a sottomettere proposte, votare proposte presenti, o commentare proposte per il piano triennale GARR 2015-2018

Per sottoporre un'idea, premere il bottone Submit New Idea in cima al pannello laterale di navigazione. Vi verrà chiesto di aggiungere un titolo e di scegliere una campagna. È possibile aggiungere dei tag all'idea. Per votare un'idea, utilizzano le frecce a destra del titolo dell'idea. Per inserire un commento, usare la box sotto l'idea.

Per vedere tutte le idee su un particolare tag, selezionare il termine nel tagcloud nel pannello di navigazione "What we're discussing". Si possono anche vedere le idee ordinate per Campaigns nell'area di navigazione a destra. Per tornare qui, sequire il link All Ideas.

Calcolo e Storage Distribuito

Servizi in reciprocità

Puo' essere utile che i servizi informatici delle Univesrsità o altri enti accreditati GARR, a seguito di specifiche convenzioni, si scambino servizi come disaster recovery, copie di sicurezza di archivi, risorse di calcolo scientifico e non.

Voting

10 votes
10 up votes
0 down votes
Active

Calcolo e Storage Distribuito

cloud storage

Attivare un sistema di cloud storage con possibilità di archiviare i propri documenti, ma anche di condividere parte delle proprie directory ad altri utenti, interni e/o esterni al cloud (modello simile a Dropbox, con mantenimento della cronologia delle modifiche operate sul proprio albero delle directory e mantenimento dei backups dei documenti presenti e delle versioni precedenti, con possibilità di recupero dei files ...more »

Voting

8 votes
8 up votes
0 down votes
Active

Rete

backbone a 100 Gbps

Sviluppare il backbone passando direttamente a 100 Gbps appena i prezzi lo consentano, saltando i 40 Gbps.

Voting

6 votes
6 up votes
0 down votes
Active

Calcolo e Storage Distribuito

posta elettronica

La questione è controversa e la sottopongo alla discussione. La posta elettronica è un servizio di base essenziale, critico e di larghissimo uso. La sua realizzazione da parte di ogni singola università comporta oneri e duplicazione di sforzi. Sarebbe conveniente e utile sviluppare un servizio di posta comune, utilizzando l'infrastruttura GARR. La gestione del servizio potrebbe essere appaltata all'esterno, mantenendo ...more »

Voting

4 votes
4 up votes
0 down votes
Active

Rete

Distaccamento personale presso sedi PoP

La carenza di fondi delle Università, soprattutto meridionali, impedisce il turnover del personale tecnico. Si potrebbe prendere in considerazione la possibilità di distaccare personale tecnico del GARR presso le sedi dei PoP con maggiori criticità.Bari è tra queste.

Voting

3 votes
3 up votes
0 down votes
Active

Rete

Collegamenti per cooperazione territoriale europea 2014-2020

I programmi di cooperazione territoriale europea 2014-2020, anche noti come INTERREG, prevedono collaborazioni di ricerca tra regioni italiane e nazioni confinanti. L'attivazione e il rafforzamento del collegamento internazionale del PoP di Bari con la Grecia - così come con l'Albania, la Croazia e il Montenegro - sono fondamentali per progetti che richiedono lo scambio di grandi quantità di dati.

Voting

2 votes
2 up votes
0 down votes
Active

Rete

Potenziamento federato dei firewall di primo livello

Nei prossimi anni è ragionevole pensare che a seguito: - delle sempre maggiori esigenze di banda dei vari progetti di ricerca (di Unisalento, di CMCC ecc. .......) - per garantire backup remoti con finalità di disaster recovery (eventualmente realizzabili sul cloud garr) si incrementi sempre più la banda impegnata dall'Università, passando da 1Gbps a 10Gbps. L'infrastruttura GARR-X Progress, in corso di realizzazione, ...more »

Voting

2 votes
2 up votes
0 down votes
Active

Rete

EDUNET

Il progetto EduNet si differenzia da altre iniziative a livello nazionale per l'approccio di tipo "bottom up". Si coinvolgono direttamente i singoli Istituti, illustrando le potenzialità di GARR, i quali autonomamente trovano i fondi e realizzano a proprie spese l'allaccio al più vicino PoP UnicasNet. L'Università offre il proprio know-how per la stesura dello studio di fattibilità iniziale, selezione aziende per l'allaccio ...more »

Voting

1 vote
1 up votes
0 down votes
Active

Rete

Workshop/Forum su Ricerca/Innovazione

Un appuntamento periodico con i ricercatori delle università italiane, con le startup e le aziende impegnate su temi innovativi di networking per definire cosa la ricerca/innovazione può fare per GARR e cosa GARR può fare per la ricerca/innovazione (ad es., quali risorse e servizi esporre a supporto delle attività di ricerca e sperimentazione).

Voting

1 vote
1 up votes
0 down votes
Active

Calcolo e Storage Distribuito

Piattaforma Cloud a Container

L'utilizzo di Container consente di realizzare ua piattaforma di cloud più leggera e facilmente portabile rispetto alle Virtual Machine.

Questa soluzione è il complemento ideale del servizio di cloud storage per consentire l'elaborazione dei dati lì contenuti.

Voting

1 vote
1 up votes
0 down votes
Active

Calcolo e Storage Distribuito

Servizi Cloud per Big Data Analytics

Per la comunità climate change la problematica di accedere, analizzare e visualizzare grandi quantità di dati scientifici è estremamente rilevante. Un esempio di riferimento (ma non è l’unico) in questo contesto è il progetto globale CMIP5, per il quale l’intera comunità scientifica ha pubblicato circa 2.5PB di dati su sistemi informativi federati a livello internazionale. Il CMCC ha da sempre affrontato problematiche ...more »

Voting

0 votes
0 up votes
0 down votes
Active